fbpx

Detrazioni Fiscali 19% e 50%

 

È il momento giusto per acquistare un Montascale o un Elevatore NoBarriere!

Infatti, oggi è possibile approfittare delle agevolazioni fiscali previste dalla legge italiana e ottenere detrazioni dal 19% fino al 50% .In alcuni casi, oltre alle detrazioni fiscali è possibile beneficiare dell’iva agevolata al 4% e dei contributi a fondo perduto legge 13/89,
Questa è un’occasione unica e molto vantaggiosa per rendere confortevole e accessibile la propria abitazione con soluzioni che consentono il superamento delle scale e contribuiscono così al tuo comfort domestico

In questo articolo è dedicato sulle Detrazioni fiscali previste per l’anno 2020 

Anche per il 2020 il Governo Italiano ha previsto la proroga delle agevolazioni fiscali per l’acquisto di prodotti NoBarriere utili all’abbattimento delle barriere architettoniche. Le detrazioni disponibili nel 2020 sono:
♦ detrazione del 50%
♦ detrazione del 19%
Gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche e quindi l’acquisto di montascale, servoscale, piattaforme elevatrici e ascensori domestici NoBarriere rientrano nelle agevolazioni fiscali 2020.
E’ fondamentale seguire la procedura prevista dall’Agenzia delle Entrate che, per comodità ti riportiamo in questa guida. 

Detrazione del 50%
La detrazione del 50% consiste in una detrazione dall’Irpef del 50% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare. La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali di pari importo. La detrazione del 50% è applicabile per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2020. L’agevolazione fiscale sugli interventi di ristrutturazione edilizia è disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86.
A chi spetta la detrazione? La detrazione del 50% spetta a qualsiasi contribuente residente in Italia e all’estero che, indipendentemente dallo stato di salute, abbia acquistato un montascale, servoscala o elevatore per un immobile di proprietà o detenuto a titolo idoneo (uso, usufrutto, abitazione, locazione, comodato) sito in Italia. In sintesi:
♦ ai proprietari degli immobili oggetto di ristrutturazione
♦ agli inquilini degli immobili oggetto di ristrutturazione
♦ al titolare di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione..) sull’immobile oggetto di ristrutturazione
♦ al familiare convivente del possessore (coniuge, parenti fino al 3° grado, affini entro il 2° grado) .
In questo caso tutta la documentazione (fatture di NoBarriere e bonifici) dovranno essere intestati al destinatario della detrazione. La condizione di convivente o comodatario deve sussistere al momento dell’invio della comunicazione di inizio lavori. 

Per quali immobili sono previste le agevolazioni? L’agevolazione è concessa per interventi su unità immobiliari:
♦ residenziali : sono esclusi gli edifici a destinazione produttiva e commerciale;
♦ iscritti in catasto: in assenza dell’iscrizione è sufficiente che sia stato richiesto l’accatastamento;
♦ ubicati sul territorio dello Stato, per i quali è stata corrisposta, a decorrere dal 1997, l’ICI.
Procedura per usufruire delle agevolazioni fiscali 2020 Qui di seguito ti riportiamo le regole per usufruire della detrazione per l’acquisto del montascale o elevatore NoBarriere. Per qualsiasi dubbio sulla procedura da seguire per beneficiare delle detrazioni, puoi contattare il Consulente NoBarriere che ti ha formulato il preventivo gratuito. 

Se non hai ancora un nostro preventivo ma desideri comunque ricevere informazioni sulle agevolazioni per l’acquisto di un ascensore o montascale NoBarriere puoi contattarci al numero verde 08118586920.

Regole per usufruire delle detrazioni fiscali Modalità di pagamento I pagamenti devono essere fatti con bonifico bancario o postale (anche “on line”) tramite apposito bollettino. Ricordati di comunicare alla banca o all’ufficio postale che intendi usufruire della detrazione fiscale sulle ristrutturazioni edilizie perché, per avere accesso a tale rimborso, è necessario utilizzare il corretto modulo di bonifico.
Nel modulo dovrai indicare:
♦ causale del versamento, con riferimento alla norma (articolo 16-bis del Dpr 917/1986):
“Pagamento acconto/saldo per acquisto montascale/servoscala/elevatore ai fini abbattimento barriere architettoniche come da fattura n° XX emessa da NoBarriere Srl”
♦ codice fiscale del beneficiario della detrazione: chi beneficerà della detrazione
♦ codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento: la partita iva/codice fiscale di NoBarriere Srl è 07991631214. 

Per i condomini: se gli interventi vengono realizzati sulle parti comuni del condominio e sono presi in carico dal condominio oltre al codice fiscale del condominio è necessario indicare quello dell’amministratore. Spese pagate tramite finanziamento Anche se hai acquistato un prodotto NoBarriere tramite finanziamento hai diritto alla detrazione a patto che sussistano 2 condizioni:
♦ la società che concede il finanziamento paghi l’impresa che ha eseguito i lavori con le modalità indicate nel paragrafo “Modalità di pagamento autorizzate“
♦ il contribuente sia in possesso della ricevuta del bonifico effettuato dalla società finanziaria al fornitore della prestazione. Ai fini della detrazione, l’anno di sostenimento della spesa sarà quello di effettuazione del bonifico da parte della finanziaria. Compilazione dichiarazione dei redditi È sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali identificativi dell’immobile e, se i lavori sono effettuati dal detentore, gli estremi di registrazione dell’atto che ne costituisce titolo e gli altri dati richiesti per il controllo della detrazione. La detrazione è ripartita in 10 quote annuali di pari importo. La quota dell’anno 2020, per fare un esempio, deve essere portata in detrazione nella dichiarazione dei redditi 2020 che presenterai nel 2021. Documenti da conservare I documenti che dovrai conservare ed esibire a richiesta degli uffici finanziari sono:
♦ fatture e ricevute fiscali relative alle spese effettivamente sostenute
♦ ricevute dei bonifici di pagamento

Tale documentazione deve risultare intestata alle persone che fruiscono della detrazione. Per i condomini: Per gli interventi realizzati sulle parti comuni condominiali il contribuente, in luogo di tutta la documentazione necessaria, può utilizzare una certificazione rilasciata dall’amministratore del condominio, in cui lo stesso attesti di avere adempiuto a tutti gli obblighi previsti e indichi la somma di cui il contribuente può tenere conto ai fini della detrazione. 

Cambio di possesso Nel caso in cui l’immobile venga venduto prima che si sia goduto dell’intera detrazione, salvo accordo diverso tra le parti, la detrazione delle quote non utilizzate viene trasferito all’acquirente dell’unità abitativa. se l’immobile oggetto della detrazione viene donato a un altro soggetto, sarà quest’ultimo a godere della restante detrazione. Se il titolare dell’immobile decede, il diritto a fruire delle quote residue spetta agli eredi ma solamente se l’erede conserva la detenzione materiale e diretta dell’immobile. La cessazione della locazione o del comodato non fa venire a meno il diritto alla detrazione all’inquilino o comodatario che hanno eseguito le opere di installazione del montascale o elevatore e quindi continueranno a fruirne.

 
Cumulabilità delle detrazioni del 50% e 19% Le detrazioni del 50% e del 19% non sono cumulabili. I contributi concessi dalla Legge 13/89 sono cumulabili con altri contributi concessi a qualsiasi titolo (quindi anche con le detrazione IRPEF del 19% o del 50%) purché l’erogazione complessiva, pari alla somma del contributo legge 13/89 e delle detrazioni IRPEF, non superi la spesa effettivamente sostenuta.

Detrazione fiscale del 19%
Il contribuente può detrarre dall’imposta lorda a suo carico un importo pari al 19% della spesa sostenuta (art. 13-bis del DPR n° 917 del 22/12/1986 e modifiche) per l’acquisto di una soluzione NoBarriere;
Chi può richiedere la detrazione del 19%
Le persone che possono richiedere il contributo sono:
♦ i soggetti riconosciuti ufficialmente invalidi dalle ASL o da enti preposti. Per poter usufruire delle detrazioni del costo del servoscala, l’invalidità del soggetto deve comportare limitazioni nelle capacità motorie.
♦ il contribuente che abbia fiscalmente a carico il soggetto portatore di handicap
Come richiedere la detrazione del 19%
Per richiedere la detrazione del 19%, è necessario seguire la stessa procedura applicata per le spese mediche:
♦ conservare le fatture relative all’acquisto della soluzione acquistata e portare l’importo in detrazione all’interno della dichiarazione dei redditi relativa all’anno nel quale si è sostenuto il pagamento della spesa. 

Per ottenere la detrazione è indispensabile presentare il Modello Unico? Qualora l’acquirente non sia solito presentare il modello Unico in quanto pensionato o lavoratore dipendente senza altri redditi, è indispensabile provvedere alla presentazione del modello 730. I lavoratori pensionati e dipendenti (anche in presenza di altri redditi come ad esempio immobili, terreni, capitali) possono presentare il modello 730. Il modello 730 permette il recupero delle imposte a credito in tempi più rapidi rispetto al modello Unico in quanto queste verranno liquidate dal sostituto d’imposta (datore di lavoro o ente che eroga la pensione) nel mese successivo a quello di presentazione della dichiarazione dei redditi.